Salvini contro Lucarelli: "Butta il figlio in pasto ai giornali, le mando un bacione"

Le è sembrato giusto che il figlio di Selvaggia Lucarelli sia stato identificato dalle forze dell'ordine? "No, ma chiedete al ministro dell'Interno". Il giorno dopo la polemica fra Matteo Salvini e la giornalista, a seguito dell'identificazione da parte delle forze dell'ordine del figlio 15enne che aveva contestato il leader della Lega dopo un comizio, Salvini torna sulla questione. Precisa: "Non avevo riconosciuto né lui né lei. Ricordo di averlo rimproverato perché mi ha dato solo dell'omofobo e razzista, dimenticandosi di darmi anche del fascista come di solito fanno". "Se la mamma ritiene di sfruttare un bimbo di 15 anni per battaglia politica - ha aggiunto - non commento, ma da giornalista rispetto la tutela dei minorenni". Secondo il senatore, per il quale "l'episodio non esisteva, ma l'ha montato la signora", è stata la stessa Lucarelli "a buttare in pasto ai giornali suo figlio"." Le mando un bacione", ha concluso Salvini.

Leggi l'articolo: La Bestia leghista contro il figlio di Selvaggia Lucarelli

 

di Andrea Lattanzi

Gli altri video di Politica