Eversione di destra in Toscana, Salvini: "Nessun pericolo fascimo, pochi idioti nostalgici da curare"

"Fortunatamente non penso ci sia né pericolo fascismo né comunismo e non c'è un rischio di estremismo né nero né rosso. Finché sono stato ministro dell'Interno era e rimane comunque tutto sotto controllo. Ci sono pochi idioti, da una parte e dall'altra, nostalgici della violenza". Così Matteo Salvini, a margine dell'incontro con l'ambasciatore di Israele a Firenze per l'inaugurazione del nuovo Consolato generale. Ai cronisti che gli hanno fatto notare che a Siena c'era un vero e proprio arsenale di persone che inneggiavameno a nazismo e fascismo, Salvini ha risposto: "Sono delinquenti o sono da curare, a seconda dei casi. I problemi si risolvono rispettando le regole. Quelli vanno messi in galera. Io domani sono a Bologna e c'è qualche delinquente di sinistra che vorrebbe impedire la nostra presenza. Ma non è Bologna, son pochi facinorosi, violenti che istigano alla violenza, però non sono l'Italia. I violenti vanno in galera, punto".

 

Video di Giulio Schoen

Gli altri video di Politica