Cabina in stile "Lascia o raddoppia?": nella Rsa incontri senza mascherina

"Se lo ricorda Lascia o raddoppia? Non sembra di essere alla trasmissione di Mike Bongiorno?". La signora Maria si guarda attorno mentre un assistente la spinge con la sedia a rotelle dentro una cabina di plexiglas collegata a un microfono con una scrivania dall'altra parte della barriera dove si siede suo figlio Orazio. "Così potete parlarvi senza mascherina e capirvi meglio con il microfono ", spiega Michele Colaci, proprietario di Villa Maria a Sangano nel Torinese, una Rsa a conduzione pressoché familiare, mentre inaugura la prima visita con questa modalità che si sono inventati pur di non interrompere i contatti di persona tra ospiti e parenti, ora che la seconda ondata della pandemia si sta allargando. La nuova sala visite sfrutta un ingresso secondario della struttura che porta a un locale seminterrato: i visitatori che arrivano dall'esterno non mettono piede nella casa di cura e allo stesso modo gli ospiti si fermano prima della barriera di plexiglas.

LEGGI l'articolo

Gli altri video di Politica