Thailandia, rimossa targa pro-democrazia: la delusione dello studente

La targa installata ieri dai manifestanti pro-democrazia thailandesi accanto al palazzo reale di Bangkok è stata rimossa nella notte. Era stata posta nel cemento senza l'autorizzazione delle autorità cittadine. Proclamava la formazione di un "Partito del popolo" ed era una copia di un altro bassorilievo che commemorava la rivoluzione del 1932 e che sancì la fine della monarchia assoluta e la trasformazione dell'allora Siam in una monarchia costituzionale. Quel simbolo fu rimosso da un'altra piazza nel 2017, senza che nessuno se assumesse la responsabilità, e sostituito con un'altra targa che esortava il popolo alla fedeltà alla monarchia. Il movimento studentesco manifesta pacificamente da mesi chiedendo lo scioglimento del Parlamento, una nuova Costituzione e lo stop alla persecuzione politica dei critici del governo e della monarchia. Qualsiasi tentativo di limitare le prerogative del sovrano, ufficialmente al di sopra della politica, è visto come blasfemia dai conservatori.
 
di Raimondo Bultrini

Gli altri video di Mondo