Modena, lavori conclusi: il vescovo riconsegna il duomo alla città dopo tutti i restauri

Il “nuovo” Duomo affascina. Si avvicina ai fedeli con l’altare. Rinasce dalle ferite delle scosse sismiche. «Lo abbiamo restituito a tutti i modenesi», ha affermato ieri con soddisfazione l’architetto Elena Silvestri. I lavori da lei diretti hanno richiesto un investimento di oltre un milione e mezzo di euro, finanziato dalla Regione. Il cantiere raccontato ieri nella giornata di studi in Duomo è stato per Silvestri «un dialogo con il monumento». Nelle storie rientrano sia le immagini restaurate sia gli sfregi legati ai terremoti. «Abbiamo scoperto che il Duomo è stato soggetto a diversi sismi – ha proseguito Silvestri – e ha sempre reagito con parziali crolli. Nel 1501, nel 1505, nel 1670 e nel 1820 sia le cronache sia le indagini svolte insieme a Unimore ci hanno documentato che la cattedrale ha subito gravi danni». La cronaca

Gli altri video di Cronaca locale