Modena, incendio di via Fleming: "Per una bomboletta spray ho rischiato la vita"

È stato proprio lo scoppio di bombolette spray a innescare l’onda di pressione che il 3 giugno ha causato il crollo della parete in cartongesso che divideva due appartamenti al nono piano della palazzina Acer di via Fleming 11. La conferma della prima ipotesi dei vigili del fuoco arriva dalla viva voce della protagonista dell’episodio: la signora Cristina Galloni, 67 anni, inquilina dell’appartamento che ha originato tutto. È lei stessa a ripercorrere la dinamica dal Policlinico, dove le hanno salvato la vita. Sì, perché quando è stata portata via dal 118 la signora oltre ad avere un’intossicazione curata in camera iperbarica, ha evidenziato ai controlli una patologia cardiovascolare (un’ischemia cardiaca a danno delle coronarie) che ha richiesto un delicato intervento di angioplastica nella Cardiologia diretta dal dottor Giuseppe Boriani. Video Daniele Montanari

Gli altri video di Cronaca locale