Fiumalbo un giorno da evacuati: c'è una bomba da disinnescare

«Attenzione al brillamento: tre, due, uno, fuoco!». Il colpo e poi alcuni metri di fumo “a fungo” nella distesa della cava Alluminsil di Gaianello. Così alle 17.30 è finita del 14 settembre l’operazione bomba che ha proiettato Fiumalbo in un lunedì di metà settembre a cavallo tra presente e passato. Con un’operazione decisamente impegnativa viste le condizioni in cui era stato trovato l'ordigno, gli uomini del 2° Reggimento Genio Pontieri di Piacenza (coordinati dal Maggiore Pietro Pace, sotto al comando del colonnello Salvatore Tambè) hanno disinnescato, rimosso e fatto brillare la bomba d'aereo ritrovata ai lati della via Giardini in un cantiere. Una MK IV di fabbricazione inglese pesante 500 libbre, cioè 230 kg, di cui 65 di tritolo. Ordigno di una certa potenza dunque, sganciato nell'unico bombardamento subito dal paese e particolarmente complesso da trattare. Video di Daniele Montanari La cronaca

Gli altri video di Cronaca locale