Roma, sciopero e presidio dei lavoratori Spea: "Noi vittime sacrificali della guerra governo-Benetton"

Si sono dati appuntamento da tutta Italia a Roma sotto la sede di Autostrade per l'Italia per protestare contro il rischio di perdere il proprio posto di lavoro. Sono gli oltre 700 lavoratori di Spea Engineering, società della galassia Aspi che si occupa della progettazione, realizzazione e manutenzione delle infrastrutture autostradali, coinvolti dall'onda lunga delle conseguenze giudiziarie del crollo del ponte Morandi di Genova e di altre problematiche emerse negli ultimi mesi. "Aspi ha deciso di rifarsi una verginità estromettendo noi da tutto l'apparato produttivo. Ma noi abbiamo sempre seguito i protocolli stabiliti dalla dirigenza", ha detto Maurizio Massardo, dell'Rsu dell'azienda. "Per rifarsi la coscienza, Aspi sta facendo uno scaricabarile decisamente poco elegante nei nostri confronti", ha aggiunto Giovanna Pischedda. "Crolli e danneggiamenti non possono essere imputati alle maestranze - ha concluso Barbara Cerutti della Filca-Cisl -. Nel calcio, se le cose non funzionano, si cambia l'allenatore. Lo stesso dovrebbe valere nelle aziende, qui invece si rischia di mandare a casa i 700 lavoratori".
 
Video di Francesco Giovannetti

Gli altri video di Economia