Commemorazione Falcone, l'ex sindaco di Messina contesta Salvini: "Siamo tutti migranti"

Mentre il ministro dell'Interno Matteo Salvini usciva dall'aula bunker di Palermo, alla fine delle commemorazioni dell'anniversario della strage di Capaci, l'ex sindaco di Messina Renato Accorinti ha tirato fuori un cartello: "Siamo tutti migranti". Accorinti non è nuovo a proteste del genere, al G7 di Taormina contestò Trump.
 
Di Giorgio Ruta

Gli altri video di Cronaca